La sindrome MIRANDA PRIESTLY – Tutti vorrebbero essere .. me !

A chi ha la sfortuna di incrociare il suo sguardo non resta che abbassare gli occhi e cambiare strada il più velocemente possibile.. Il solo modo di salvarsi è sperare di non trovarsi mai sul suo cammino verso il successo !
anna-wintour1

ANNA WINTOUR – foto via web

E’ lei..il diavolo che al posto del forcone impugna borse griffate e indossa occhiali da sole .. Potente, spietata e con la determinazione di un caterpillar, rappresenta le donne che sono arrivate dove volevano o sanno esattamente dove dirottare le loro carriere. Persone senza scrupoli, che di solidarietà femminile non hanno mai sentito parlare o fingono benissimo di non sapere cosa sia ..

“C’è un posto speciale all’inferno per le donne che non aiutano le altre donne” Madelaine Albright 

Sono le cosiddette API REGINE, così definite dalla psicologia del lavoro; donne con un ego fuori controllo che credono di avere intorno a sé insignificanti api operaie da sfruttare a loro piacimento.

DONNE CHE ODIANO LE DONNE ?!? No … è solo che hanno serie difficoltà nel riconoscere a colleghe dello stesso sesso una dignità: chiamarle per nome (o almeno con il loro vero nome !) non è contemplato dal loro codice non-etico.

miranda pristley
Meryl Streep alias MIRANDA PRIESTLY  foto via web

Le “api regine” sono nate nei lontani anni ’70, quando le quote rosa nei ruoli che davvero contavano nel mondo del lavoro erano pari a zero: le opportunità erano così rare che chi aveva la fortuna di emergere difendeva la posizione raggiunta con tanta fatica con ogni mezzo, lecito o illecito !

Anche oggi le donne sono costrette a sgomitare non poco per raggiungere posizioni di prestigio e spesso con salari ridotti rispetto a quelli dei pari ruolo in giacca e cravatta: ma i tempi sono cambiati e le donne al potere non sono più meteore. Molte di loro dirigono aziende o interi reparti e convivono egregiamente con invidie e sguardi torvi, ma non tutte usano la propria intelligenza per valorizzare altre donne e per creare altre regine.

miranda priestly 1

foto via web

Una parte del loro cervello sembra geneticamente programmata per colpire le sottoposte nei loro punti più deboli: una genialità sfruttata per colpire proprio dove fa più male.

“Sei in gamba quindi puoi tutto ??!!”

Chissà se queste teste coronate hanno a loro volta subito colpi bassi nella loro scalata al potere da parte di colleghi che non volevano vedersi scavalcare da una donna, o se sono semplicemente loro a portare avanti stereotipi sessisti (una sorta di maschilismo al femminile, insomma !) ?

La risposta forse non esiste: la sindrome dell’ape regina è una malattia che pare non avere cura né rimedio, se non quella di evitare di incrociare il loro cammino verso il successo..

“That’s all”

miranda priestly 2

foto via web

Consigli di lettura sull’argomento :

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...